59 - GESU’, TI AMO








(Nuccia a Lourdes -1954?- si offre vittima d'amore a Gesù, suo sposo)






Gesù, Ti amo.
Gesù, Ti prego.
Gesù, Ti adoro davanti a tutti i tabernacoli del mondo.
Gesù, sei il mio grande amore.
Gesù, sei la mia ancora di salvezza.
Gesù, da luce a chi non ne ha.
Gesù, Ti prego per chi non Ti prega.
Gesù, consola gli afflitti.
Gesù, converti i peccatori.
Gesù, guarisci i malati.
Gesù, proteggi i tuoi figli.
Gesù, Ti prego,
delle mie lacrime
fanne tesoro per gli altri.


Ricorda Nuccia nel suo diario: “La mia malattia continuava a peggiorare ed io incominciavo a soffrire. Dato il mio fisico debole, spesso mi veniva la polmonite e così rimanevo per mesi a letto con l'ossigeno. I miei pensarono di mandarmi a Lourdes. Andai con un grande entusiasmo e una grande fede. Partii sola con il treno bianco della speranza. Arrivata lì, alla vista di quella grotta, di quella sorgente benedetta, rimasi estasiata. Mi immersi con fede in quell’acqua benedetta e pregai, non solo per me, per tutte quelle misere creature che erano lì per lo stesso scopo. Al passaggio di Gesù Eucaristia mi offrii vittima e pregai per la conversione dei peccatori. Tornai a casa con la febbre a 40: di nuovo la polmonite. Stetti male, ma in me c'era una nuova forza: soffrivo con più amore, con più rassegnazione”.

Nessun commento: